Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

«una Chiesa tra le case»

Confessioni

Il Padre ha manifestato la sua misericordia riconciliando a sé il mondo per mezzo di Cristo, ristabilendo la pace, con il sangue della sua croce, tra le cose della terra e quelle del cielo. Il Figlio di Dio, fatto uomo, è vissuto tra gli uomini per liberarli dalla schiavitù del peccato, e chiamarli dalle tenebre alla sua luce ammirabile. Per questo, ha cominciato la sua missione in terra predicando la penitenza e dicendo: «Convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1, 15). (Rito della Riconciliazione, n° 1)

Papa Francesco ci ricorda che:

Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre. [...] Chi vede Lui vede il Padre (cfr Gv 14,9). Gesù di Nazareth con la sua parola, con i suoi gesti e con tutta la sua persona rivela la misericordia di Dio.

Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia. È fonte di gioia, di serenità e di pace. È condizione della nostra salvezza. Misericordia: è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità. Misericordia: è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro. Misericordia: è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita. Misericordia: è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato. (Misericordiae Vultus)

 

I sacerdoti della nostra comunità sono a disposizione per le Confessioni.

0
0
0
s2sdefault