«una Chiesa tra le case»

UN MOMENTO DI FESTA, DI CONOSCENZA E CONDIVISIONE

Sabato 5 maggio ci siamo ritrovati come unità pastorale per festeggiare insieme il primo anniversario di un cammino che stiamo facendo: l’accoglienza della famiglia Abdallah arrivata in Italia con i corridoi umanitari.

E’ stato un momento di condivisione di questo anno, della cena e di musica.

 E’ stata l’occasione per qualcuno per incontrare per la prima volta la famiglia, per altri per incontrarla nuovamente.

Credo che un aspetto positivo della serata sia stato quello di potersi guardare negli occhi con questi nostri amici, di poter stringere loro la mano e ascoltare le loro voci, che ci hanno regalato un pezzetto di loro: la gioia dei genitori di vedere i loro figli tornare  scuola, l’allegria dei bambini di giocare con altri bambini, la fierezza di incominciare a lavorare.

Il percorso non è ancora finito, i grandi stanno tutti studiando per prendere la terza media  e qualcuno frequenta anche la scuola serale e tutti si stanno impegnando molto. I più piccoli sono tutti inseriti positivamente nella scuola e due persone hanno iniziato dei tirocini per l’inserimento lavorativo. Grazie a tutti coloro che stanno partecipando a vario titolo e c’è spazio per chi si voglia inserire strada facendo.

Questa esperienza ci fa entrare in relazione con una parte di mondo dilaniata dalla guerra ma ci dà anche una prospettiva positiva.

Per continuare a riflettere e informarsi sui corridoi umanitari Vi ricordo il seminario del 26 maggio alle ore 9.00 che si terrà presso Officina 8 marzo c.so Trapani 95, Torino.

Lucia Quadrelli