Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione

«una Chiesa tra le case»

Messaggio per la IV Domenica di Quaresima

una chiesa tra le case2

Pubblichiamo il testo dell'omelia per la IV Domenica di Quaresima, preparata del nostro parroco don Luca, che puoi scaricare anche qui.

Messaggio video per la IV Domenica di Quaresima di don Luca e Don Enzo.

 

La Liturgia del giorno dal sito CEI

  • Prima Lettura Davide è consacrato con l'unzione re d'Israele.

Dal primo libro di Samuele
1Sam 16,1b.4.6-7.10-13

  • Salmo Responsoriale Dal Sal 22 (23)
    R. Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla.
  • Seconda Lettura Risorgi dai morti e Cristo ti illuminerà.

Dalla lettera di san Paolo apostolo agli Efesìni
Ef 5,8-14

  • Vangelo Andò, si lavò e tornò che ci vedeva.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 9,1-41 (forma breve 9,1.6-9.13-17.34-38)

PUOI SCARICARE LA PREGHIERA IN FAMIGLIA QUI.

 

Riflessioni per la IV domenica di Quaresima

Carissimi!

Anche in questa quarta domenica di quaresima ci troviamo di fronte ad una situazione inaspettata: Gesù “passando vide un uomo cieco dalla nascita ed i suoi discepoli lo interrogarono.” (Gv 9, 1-2a). Ancora una volta Gesù si lascia coinvolgere da un avvenimento, da un incontro imprevisto e lo trasforma in occasione di annuncio.

Dal lungo e dettagliato racconto dell’evangelista Giovanni desidero far emergere tre particolari, a mio avviso, molto significativi:

* La cecità dell’uomo, come segno di una colpa.

* “Il bon-ton” di Gesù: “Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò il fango sugli occhi” (Gv 9, 6)

* La vera cecità, connessa al peccato.

1) Ancora oggi, come in passato, in caso di una disgrazia o di una malattia grave, molte persone pensano ad una colpa originaria e/o originante (“chi ha peccato?” Gv 9, 2). Tutto ciò giustifica il rimanere fermi ed il piangersi addosso. Gesù smentisce categoricamente questa ipotesi: ai suoi occhi ogni situazione è, invece, un’occasione per glorificare Dio. Domandiamoci:* in che modo glorifico il Signore nel/con la mia vita?*

2) In tanti casi Gesù ha guarito in forza della sua sola Parola; perché qui ha dovuto essere così “rude”? Non so bene come rispondere, ma sono convinto che il Signore, col suo esempio, ci sprona a sporcarci anche le mani, se necessario! Domandiamoci: quando è stata l’ultima volta che mi sono davvero messo in gioco per aiutare qualcuno?

3) Leggendo il racconto, ad un certo punto non si capisce più chi sia il vero cieco, poiché i farisei arrivano al punto di negare l’evidenza: preferiscono “non vedere”, piuttosto che mettersi in discussione. Ahimè, quante volte capita così anche a noi: anziché smuovere il nostro orgoglio, ci trinceriamo dietro a frasi del tipo “io sono fatto così!”; “va bene, però..”; “tutti ( ma tutti chi?) la pensano come me!”, ecc. Domandiamoci:* ho mai vissuto l’esperienza di cambiare idea su qualcosa o su qualcuno? Mi sono sentito arricchito?*

 

Torino 22 marzo 2020 Buona domenica!

 

Buona domenica!

Leggi anche: SANTA MESSA IN STREAMING

0
0
0
s2sdefault